C'era una volta Il Toumin naque, alla fine del XIX secolo, dalle mani esperte delle massaie di valle, che lo producevano due volte al giorno. Non a caso, infatti, è sempre stato considerato un formaggio al femminile: in base alla tesi dell’Avvocato Gianpiero Boschero di Frassino, esperto di storia locale, furono due donne, venute da Sampeyre in sposa a due abitanti di San Maurizio di Frassino, a inventarsi il Toumin passando dalla produzione della Touma (la Toma semigrassa) a un formaggio fresco producibile tutti i giorni e di piccole dimensioni, così da essere facilmente trasportabile. La nuova produzione ebbe un successo tale da estendersi oltre la zona d’origine, raggiungendo così le altre borgate di Frassino e quelle della vicina Melle.

Proprio a Melle, grazie al Toumin, riprese vigore il mercato. All’inizio del Novecento la piccola formaggetta tonda diventò così importante da prendere la denominazione definitiva di Toumin dal Mel, legata alla sede del mercato che la mise in vendita per primo.

L’origine è quindi da imputarsi al Comune di Frassino, la commercializzazione al Comune di Melle. Da qui il Toumin dal Mel si diffuse dapprima sui mercati di Busca, Costigliole Saluzzo, Verzuolo, Saluzzo, Savigliano, Cuneo e, successivamente, nei negozi e nelle gastronomie. Dal 1974, a Melle, nel mese di agosto, si svolge la Sagra del Toumin dal Mel, quale manifestazione promozionale del formaggio.

Il Toumin dal Mel è ufficialmente registrato nell’albo dei prodotti tipici della Regione Piemonte ed è attualmente in corso il procedimento per il riconoscimento della Denominazione di Origine Protetta (D.O.P.) per valorizzarne e tutelarne la tipicità, a vantaggio del consumatore.

Consorzio di Tutela e Valorizzazione del Toumin dal Mel:
c/o Comune di Melle - Piazza Guglielmo Marconi, 1 - 12020 Melle (CN) - Tel. 0175.978031 - fax 0175.978111 - melle@ruparpiemonte.it
Comune di Melle REGIONE PIEMONTEREGIONE PIEMONTEREGIONE PIEMONTE